la repubblicaArticoli
la repubblicaTabelline
Rubrica domenicale
le scienzeIl matematico impertinente
Rubrica mensile
la repubblicaIl non-senso della vita 2.0
Blog

NOVITA'

IL GIRO DEL MONDO IN 80 PENSIERI
<br>
(in libreria dall'11 giugno)
IL GIRO DEL MONDO IN 80 PENSIERI
(in libreria dall'11 giugno)


Nel Giro del mondo in 80 giorni il francese Jules Verne mise alla berlina una filosofia di viaggio da agenzia turistica inglese: correre il più in fretta possibile attorno al globo, senza badare a ciò che si potrebbe vedere, e cercando di tornare il prima possibile a casa. Il tutto non per il piacere di viaggiare, ma per vincere una scommessa quasi pari al costo del viaggio: un gioco a somma zero, in cui si guadagna solo ciò che si è già speso.

Nel Giro del mondo in 80 pensieri Piergiorgio Odifreddi propone invece una filosofia opposta: vagare tranquillamente nei continenti della conoscenza, concentrando l’attenzione su ciò in cui ci si imbatte, e curiosando per quanto più tempo è possibile. Il tutto per il puro gusto di capire e imparare, senza preoccuparsi d’altro che del piacere intellettuale: un gioco a somma positiva, in cui si guadagna tutto ciò che si è investito.

Gli otto continenti che Odifreddi visita sono la Politica, la Religione, la Storia, la Scienza, la Matematica, la Filosofia, la Letteratura e l’Arte. E di ciascuno di essi il suo album contiene dieci istantanee di soggetti scelti estemporaneamente, ma osservati sistematicamente dal punto di vista del matematico e del razionalista. Sfogliatelo da soli, per viaggiare insieme a lui: buona lettura, e buon viaggio!

Recensioni e interviste

LIBRI

MEDIACALENDARIOBLOG

Odifreddi a Kilimangiaro

Per una sorta di compensazione astronomica, l’annuncio della Nasa che ci sono più Terre ci rende meno soli. Il nuovo pianeta assomiglia infatti al nostro in maniera impressionante: ha più o meno le stesse dimensioni e la stessa età della Terra, gira attorno a una stella che ha più o meno le stesse dimensioni e [& [...]
La capitolazione imposta alla Grecia dalla'Germania segna il momento ufficiale della morte della democrazia europea e della nascita del Quarto Reich. Fino a ieri potevamo ancora illuderci che le nazioni europee mantenessero la propria sovranità, e che le elezioni e i referendum servissero a dare un mandato ai parlamen [...]