Caro Papa, ti scrivo (2011) Caro Papa, ti scrivo (2011)

Nell’autunno del 1959 Piergiorgio Odifreddi varcò la soglia del Seminario di Cuneo. La sua intenzione era quella di diventare un giorno papa, e benedire da una finestra di Piazza San Pietro la folla estasiata. Ma presto imparò che «il cammino che porta al soglio pontificio è più accidentato e tortuoso di quanto un bambino avesse ingenuamente potuto immaginare». E, soprattutto, che «per poter un giorno comandare bisognava iniziare subito a obbedire» e a essere rispettosi: cosa che già allora non gli piaceva particolarmente.

Cinquant’anni dopo, il matematico impertinente ricorda quei tempi e, contenendo per una volta il suo abituale tono urticante e provocatorio, scrive con grande rispetto e sincerità a chi papa lo è diventato per davvero. Anche se, da scienziato, non abiura al dovere intellettuale di rimanere saldamente ancorato ai fatti della realtà fisica, storica e biologica. Ed è dunque costretto a confutare punto per punto il teologo Joseph Ratzinger, che crede invece in ciò che va «oltre» la realtà e sconfina nella metafisica, nella metastoria e nella metabiologia.

In questa lettera si confrontano così due metodi, due atteggiamenti, due visioni del mondo. Da un lato il «comprendere per credere», che accetta prudentemente di dar credito soltanto a ciò che si capisce e si conosce. E dall’altro il «credere per comprendere», che si azzarda a scommettere su ciò che ancora non si capisce o non si conosce, nella speranza che tutto poi si chiarificherà o giustificherà.

Ma, soprattutto, in questa lettera si contrappongono due Credi. Da un lato, il Credo canonico dei fedeli, commentato da Ratzinger nella sua memorabile Introduzione al cristianesimo. E dall’altro il Credo apocrifo dei razionalisti, enunciato da Odifreddi in una lettera che si presenta come un’altrettanto memorabile introduzione all’ateismo.

IntervisteRecensioni
I 30 anni di Medjugorje Giornate della Laicità - Telereggio - parte prima Giornate della Laicità - Telereggio - parte seconda BOOKSTORE - LA7 - Conduttore: ELKANN ALAIN IL CAFFE' - RAI NEWS - Conduttore: MINEO CORRADINO SOCIAL CLUB - RADIO DUE - Conduttore: BARBAROSSA LUCA Teatro Parenti, Milano. Con Moni Ovadia Incontro con i blogger di booksblog.it (part 1) Incontro con i blogger di booksblog.it (part 2) Incontro con i blogger di booksblog.it (part 3) Intervista Radio con Rete Italia Australia

Alternative content



Repubblica TV - Giugno 2011

Coffee Break 12/07/2011

Alla fine del nostro confronto, lei, caro papa Ratzinger, sa ormai che il suo non e' un credo che possiamo condividere, ne' che io possa professare. Ma cosa dunque potrei professare, se proprio volessi pregare?[...]
Piergiorgio Odifreddi - La Repubblica 10/05/11

Il metodo e' quello scientifico: osservazione, analisi in base alla conoscenza e all'esperienza, verifica. La lettera che Pergiorgio Odifreddi indirizza al Santo Padre nel suo ultimo libro parte, infatti, dall'analisi di alcuni scritti di Benedetto XVI, in particolare "L'introduzione al Cristianesimo"[...]
Ignazio Marino- L'Espresso 13/05/11

Il grande filosofo e pensatore del l'ebraismo Emanuel Levinas, nel suo memorabile commentario intitolato Amare la Torah più di Dio, esegesi a uno degli scritti più sconvolgenti di tutto il pensiero ebraico del novecento (Yossel Rakover si rivolge a scrive: «Sulla strada che porta al Dio unico c'è una stazione senza Dio.[...]
Moni Ovadia - Il Sole 24 Ore - 12/06/2011

«Aspetto la dissoluzione della morte, ma non un’altra vita in un mondo che non verrà»: così termina il «Credo laico» che Piergiorgio Odifreddi, matematico e ateo combattente, propone a pagina 182 di Caro Papa, ti scrivo. Un matematico ateo a confronto con il papa teologo.[...]
Luigi Accattoli - Il Corriere della Sera 14/06/11

Fin dalla foto di copertina, in cui indossa un’immacolata camicia bianca e assume un’espressione quasi angelica, Piergiorgio Odifreddi intende presentarsi ai lettori del suo terzo libro sul cristianesimo (dopo il Vangelo secondo la scienza e di Perché non possiamo essere cristiani (e meno che mai cattolici)) con un atteggiamento assolutamente irreprensibile.[...]
Raffaele Carcano - uaar.it 22/06/11

L'ultimo libro di Poergiorgio Odifreddi, Caro Papa, ti scrivo (Mondadori), scritto sotto forma di una lettera aperta al pontefice, conferma che oggi il massimo rappresentante della Chiesa cattolica e' divenuto un interlocutore privilegiato di uomini di cultura di tutto il mondo, credenti e non credenti.[...]
Sandro Bondi - Panorama 29/06/11

Leggendo il tuo ultimo libro ho provato un misto di ammirazione e di stizza. Ammirazione per il tuo ben noto talento retorico, ma soprattutto per l’enorme pazienza con cui ti sei sobbarcato l’analisi logica – brano dopo brano, quasi – di una vecchia opera dell’attuale papa: l’Introduzione al cristianesimo scritta nel lontano 1968 dall’allora giovane teologo.[...]
Amedeo Balbi - ilpost.it 1/7/11

Ritengo che quanto emerge incontestabilmente da una ricerca che si attenga scrupolosamente al metodo scientifico non abbia in sé il pericolo di un’“altra religione”, ma abbia ogni buon diritto di essere prodotto in sede polemica come argomento contro la verità di questa o di quella religione: non veritas contra veritatem, ma razionale contro irrazionale, dimostrabile contro indimostrabile.[...]
Luigi Castaldi - malvinodue.blogspot.com 1/7/11

Caro Papa ti scrivo è il nuovo libro di Piergiorgio Odifreddi: meno pungente rispetto al passato, Odifreddi cerca di dialogare col Pontefice a distanza opponendo scienza e religione in maniera meno sarcastica e (ancora) più ragionata.[...]
Gabriele Ferraresi - booksblog.it 2/7/11

Come dicevo qua e là, ieri ero a Milano. Piergiorgio Odifreddi ha pubblicato un libro per Mondadori, Mondadori ha chiesto a Mafe e Gallizio di organizzare una presentazione pubblica, Mafe e Gallizio hanno invitato una ventina di persone per far domande a Odifreddi, e lì in mezzo, in una sala underground di un albergone di Milano proprio dietro il Duomo, c'ero anch'io.[...]
Giorgio Jannis - semioblog.blogspot.com 2/7/11

Che io a Odifreddi ci ho fatto una domanda. Ma mica una domanda intelligente, ci ho fatto una domanda così, per sapere una cosa. Che nel suo libro lui seguita a dire che la ragione qua e la ragione là, che il papa dice le cose che non si capisce che senso hanno, e che la ragione invece dice delle cose diverse, e che lui non capisce come si fa a dire delle cose compagne, si vede che il papa e chi crede in dio non usa la ragione.[...]
Leonardo Mucaria - lettiseparati.it 3/7/11

Grazie all'invito di Mondadori ho partecipato a un incontro di "blogger" (definizione ormai datata, ammesso e non concesso che abbia mai avuto senso) con Piergiorgio Odifreddi per chiacchierare insieme a 140nn di e intorno al suo libro più recente, Caro Papa, ti scrivo. Evidente fin dal titolo, si tratta di un pamphlet concepito come risposta alla Introduzione al cristianesimo scritta nel 1968 dall'allora teologo Joseph Ratzinger diventato poi Papa con il nome di Benedetto XVI.[...]
Alessio Bragadini - alessio.sevenseas.org 1/7/11

«Caro Piergiorgio, è l'alba e ho appena finito la tua “lettera” al Papa e devo dirti che la trovo una delle tue cose più belle (inclusa anche la Classical Recursion Theory). Tra l'altro mi sembra più profonda e riflessiva, e talora meno polemica di altre tue cose sul tema. Soprattutto ci intravedo la percezione della complessità del “fatto” religioso e credo che partendo di qui la distanza tra credenti e atei non sia poi tanto vasta.[...]
Luigi Borzacchini - l'unita' 5/7/11

Caro Sandro Bondi, la ringrazio per l'attenzione che ha voluto dedicare a Caro Papa ti scrivo su Panorama del 29 giugno. E colgo volentieri l'occasione per rispondere brevemente alle sue osservazioni, nello stesso spirito di dialogo del libro.[...]
Piergiorgio Odifreddi - Panorama 13/07/11

Caro Papa ti scrivo... esordisce Piergiorgio Odifreddi rivolgendosi a Ratzinger. Che, "forse sara' sorpreso" di ricevere una lettera da un matematico ateo, desideroso di intavolare una seria discussione sul rapporto tra fede e ragione.[...]
Anna Mangiarotti - Il Giorno 14/07/11

Comments are closed.